Top of the flops Oscar 2014 edition: i look visti sul Red Carpet


Per il Red Carpet degli Oscar di quest’anno mi sono preparata mentalmente e mi sono debitamente attrezzata di un indispensabile kit così composto: password di SkyGo rubata a mia zia- non sono povera, ma un giro da Zara ha sempre la meglio sull’abbonamento a Sky- una foto di Leonardo Di Caprio staccata dalla Smemoranda della quarta liceo quando io e lui eravamo fidanzati ma lui non sapeva, una vestaglia rosa cipria di pile per non sentirmi fuori luogo durante Red Carpet ed apportare la mia dose di innata eleganza.

L’ansia da prestazione era tanta, sapevo che questo post sarebbe finito anche su Acini di Cinemaciao amici di Acini di Cinema– blog del mio amico Pietro con cui progettavamo da tempo una collaborazione kamikaze.

Pertanto sto correndo il rischio di fargli perdere 10.000 lettori in un solo botto per colpa delle mie considerazioni bionde sul malato mondo della muoda, ma sono sicura che, anche voi intellettuali impegnati del cinema, in fondo siete interessati al trinomio vestiti-capelli-pettegolezzi come noi Marziane.

Quindi che Oscar siano.

Quelli che butterei dalla rupe

Io lo so che non bisogna parlare male degli anziani, Gesù io lo so, e so che dimostrerò per l’ennesima volta di essere una brutta persona, però davvero io di fronte ai capezzoli di Liza Minelli ho chiaramente avvertito lo stesso sconforto morale che provo di fronte alle vostre brutte infradito in gomma con cui infestate le città a luglio.

Ma Liza, ma una badante che ti sistemava non ce l’avevi?

 

 

Pharrell Williams da il suo addio alla patata presentandosi sul Red Carpet con uno smoking Lanvin 0-12.

 

 

Kristin Chenoweth ha pensato che, vestendosi direttamente da statuetta dell’Oscar, non poteva proprio sbagliare.

 

 

Jared Leto ritira la statuetta e saluta i suoi colleghi: i camerieri del Caffè Florian di Piazza San Marco a Venezia.

 

Julia Roberts la vedrei in un lunghissimo Valentino in chiffon rosso, non capisco perchè si sia presentata con il vestito che mia zia Mariolina usa per andare in balera.

 

 

Kellan Luzt deve aver avuto qualche problema con la tintoria.

 

 

Per la categoria vintage mal riusciti:

 

Lady Gaga in Versace.

E’ dagli inizi degli anni ’90 e dagli outfit eleganti di Francesca Cacace che non vedevo portare una sciarpa in quel modo.

Francamente non ne sentivo la mancanza.

 

 

Julie Delpy  in Jenny Packham

 

Sembra vestita dalla costumista di Dinasty.

 

 

Angelina Jolie in  Elie Saab Couture.

Famosa per i suoi spacchi inguinali e per come la gamba destra sbuca dal vestito, con questo Elie Saab sembra decisamente sotto tono.

Cara Angelina, è inutile il tentativo di sembrare una brava ragazza, qua nessuna ti perdona quello che hai fatto a Jennifer Aniston.

Per la categoria Il bello, il brutto e il…noioso

 

Penelope Cruz e il solito Prom Dress rosa

 

Amy Adams In American Hustle aveva uno stile pazzesco che ha però totalmente perso per il Red Carpet.

 

Emma Watson in Vera Wang è soporifera quanto una lezione di Storia della Magia.

 

 

Donna incinta: come non vestirsi.

 

Chi mi è piaciuto

 

Donna incinta: come vestirsi.

Kerry Washington in Jason Wu

Jessica Biel in Chanel Couture

Tutti a dire che era noiosa ma francamente io la trovo compostamente deliziosa e non è colpa mia se voi siete dei tamarri.

 



Lupita Nyong’o in Prada

L’abito più bello,  in georgette di seta da vera principessa Disney.

Cate Blanchett in Armani Privè

Sembra davvero Galadriel.

 

Charlize Theron in Dior

Sì, ok le spalline ma non fate le rompi palle che quell’abito è stupendo

 

Jennifer Lawrance

Io le voglio bene, condivido con lei la totale incapacità di deambulare su tacchi- sì, è caduta ancora una volta- e la ciccetta sotto le braccia.

Stringiamoci amica.

 

 

 

 

Per la questione Leo è chiaro che ad Hollywood sono solo degli invidiosi senza cuore.

 

Credits: Getty Images

Leave a Reaction

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *