San Andreas

VOTO: 7,5/10

GIUDIZIO: Giro giro tondo, casca il mondo…

Era da troppo, troppo tempo che non usciva disaster movie. E’ vero che ormai a distruggere le città ci pensano già supereroi, Transformers e alieni, ma il caro buon vecchio Pianeta Terra ha ancora molto da dire. Lo sanno bene quelli di San Andreas, che hanno immaginato le conseguenze catastrofiche di un possibile terremoto californiano di magnitudo spaventosa. Mettici poi il sorriso ammaliante di The Rock, e il gioco è fatto.

San Andreas recensione

Quando la famigerata Faglia di Sant’Andra scatena un terremoto di magnitudo 9 in California, il pilota di elicotteri di soccorso Ray (Dwayne Johnson – Hercules, Fast 6) e sua moglie (Carla Cugino – Una Notte Al Museo, Watchmen), ormai quasi ex, si dirigono da Los Angeles a San Francisco per tentare di salvare la loro unica figlia. Ma la loro pericolosa avventura verso nord è soltanto all’inizio. E quando pensano che il peggio sia passato…si accorgono che è appena iniziato.

San Andreas recensione

Il regista Brad Peyton, dopo Viaggo nell’Isola Misteriosa, torna a collaborare con quella montagna di muscoli e tenerezza di Dwayne Johnson per un film che in quanto a proporzioni e originalità della catastrofe non ha nulla da invidiare a pellicole come The Day After Tomorrow o 2012. E poi volete mettere, essere salvati da John Cusack o da The Rock? Tutto un altro sapore. San Andreas è un blockbuster ad alto budget, colorato da effetti speciali incredibili. Unico obiettivo: intrattenere e divertire il pubblico, e ci riesce pienamente. A poco importa se il film di Peyton è pieno zeppo di tutti i luoghi comuni del genere e di americanate patriottiche che fanno venire voglia di indossare la bandiera americana, andare al primo McDonalds e baciare la fotografia di Barack Obama.

San Andreas recensione

Poi qualcuno mi deve spiegare perché lo scienziato o esperto o gufo della situazione (qui interpretato da Paul Giamatti) trova sempre la soluzione al problema poco prima che succeda il patatrac. Hanno un pessimo tempismo. C’è sempre una figlia da salvare, in questo caso interpretata da Alexandra Daddario (Percy Jackson, Libera Uscita), e ci sono sempre anche dei divorzi o dei nuovi amori in corso. Chi poteva interpretare il terzo incomodo se non Ioan Gruffudd, ancora in punizione dopo aver prestato l’elasticità ad un NON amato Mr Fantastic ne I Fantastici 4. Piccolo cammeo anche per Kylie Minogue, che per un attimo mi ha ricordato l’uomo del motore dell’aeroplano nel primo episodio di Lost (solo per intenditori). San Andreas non aggiunge nulla di nuovo al genere ma le sequenze sono spettacolari (complice un buon 3D) ed il film è adatto per passare 1 ora e 40 di buon intrattenimento. Soprattutto, la presenza di The Rock è un elemento sufficiente per correre al cinema. Lui sa aprire le portiere delle macchine sradicandole, voi?

San Andreas recensione

COSA HO IMPARATO (ATTENZIONE SPOILER)

-Devo comprare subito un tavolo

-Trovare in alternativa un angolo della vita dove ripararsi

-Le catastrofi aggiustano o rovinano le relazioni

-Ho visto madri che pur di mettersi in salvo abbandonano la figlia sulla diga in crollo

-“Si vedono anche altre storie, di persone che si abbracciano, SCOSSE ma felici per essere ancora in vita”…a momenti muoio dal ridere

San Andreas recensioneTitolo: San Andreas USA, 2015

Regia: Brad Peyton

Sceneggiatura: Carlton Cuse

Interpreti: Dwayne Johnson, Carla Cugino, Alexandra Daddario, Joan Gruffudd, Archie Panjabi, Paul Giamatti

Distribuzione: Warner Bros

Durata: 1h 44′

Sito: http://www.sanandreasmovie.com/

Facebook: https://www.facebook.com/SanAndreasIT/timeline

Twitter: https://twitter.com/SanAndreasMovie

Leave a Reaction

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *