300 L’Alba di un Impero

VOTO: Mi iscrivo in palestra, da lunedì

Donne (e uomini)! Voi che sostenete da sempre la secolare battaglia contro un male apparentemente inestirpabile, il pelo superfluo, unitevi! Prendete silk epil, lamette, creme depilatorie, carta, penna e andate al cinema, perché sono tornati quei tori glabri di 300 in L’Alba di un Impero.

 300 L'Alba di un Impero recensione

Non chiamatelo sequel, non è neanche un prequel, è piuttosto da considerarsi un “nellostessomomentoquel”. Grazie infatti al bucio di culo che si è fatto e si è anche preso Leonida (Gerard Butler) nelle Termopili, la Grecia e gli Spartani rimasti a casa (pochi e scarsi) potrebbero avere una possibilità. La fortuna di Sparta e di quell’antipatica (retaggio della Cersei Lannister de Il Trono di Spade) della regina Gorgo si manifesta in Temistocle (Sullivan Stapleton), guida militare degli ateniesi, che riesce a unire tutte le città-stato indipendenti nella lotta per la libertà dell’Ellade. L’obiettivo, oltre a far vedere pettorali pompati il più possibile, è quello di contrastare le forze persiane dell’effemminato Serse. Le cose inoltre si complicano quando Temistocle fa incazzare, o meglio “incazza”, la bella Artemisia (Eva Green)

300 L'Alba di un Impero recensione

Temistocle – Sullivan Stapleton

 Noam Murro, già co-sceneggiatore di Snyder in 300, è talmente figo che ha tratto la storia da una graphic novel di Frank Miller non ancora uscita, Xerxes. Gli ingredienti sono gli stessi che hanno reso un cult la pellicola sui prodi 300: l’atmosfera patinata e cupa, quasi fumettistica, l’uso massiccio del rallenty durante i combattimenti, un po’ di effetto splatter e sangue qua e là, tette, ma soprattutto decine, centina di addominali e pettorali, recuperati da tutte le migliori palestre statunitensi.

300 L'Alba di un Impero recensione

Murro non cambia una virgola rispetto allo stile della prima pellicola, 300 L’Alba di un Impero infatti non è solo un degno successore, ma potrebbe essere mixato a 300 semplicemente rimontando le sequenze in ordine cronologico (sicuramente qualcuno che non ha un cazzo da fare ci penserà). Ne L’Alba di un Impero viene analizzata in prevalenza la parte navale dei combattimenti Persia vs Grecia, e il condottiero coraggioso è interpretato dal poco noto Sullivan Stapleton che se la cava piuttosto bene, anche se si trova almeno ad una lancia di distanza rispetto all’inarrivabile Leonida di Gerard Butler…e ha i denti storti…e le orecchie a sventola…e i capelli in ritirata tipo Fabio Volo.

300 L'Alba di un Impero recensione

Serse – Rodrigo Santoro

Si ritrovano alcuni vecchi amichetti come la regina Gorgo (Lena Headey – Il Trono di Spade), il Serse vestito da statuetta degli Oscar (Rodrigo Santoro – n’ha fatto un tubo) e l’ultimo rimasto dei 300 Dilios (David Wenham – Il Signore degli Anelli), ma soprattutto tra le new entry c’è un’Artemisia incazzata come una donna che prende la pioggia appena uscita dal parrucchiere. Ad interpretare la sorella del Dio re Serse è la splendida Eva Green, gnocca che in genere mette d’accordo donne e uomini, ma soprattutto una delle poche attrici credibili quando “fanno brutto”.

300 L'Alba di un impero recensione

Artemisia – Eva Green

300 L’Alba di un Impero è un film riuscito, non toglie nulla rispetto al suo predecessore e non aggiunge troppi elementi innovativi, ma l’esperienza di Noam Murro confeziona uno spettacolare action/story movie. Tra le tante cose surreali di una storia raccontata in questo modo, la domanda che non smette di rimbalzarmi in testa è: come diavolo facevano a non morire di cagotto con quella panza (si fa per dire) sempre scoperta? Già esisteva l’Imodium nel 480 a.C.?

300 L'Alba di un Impero recensione

COSA HO IMPARATO (ATTENZIONE SPOILER)

-La guerra in mare si a in stile autoscontri

-Il mantello sarà bello, ma non serve ad una cippa

-Temistocle, campione di tiro con l’arco

-Dai forza! Saltiamo sulle navi giù nella gola, tanto saranno solo 40 metri

-Il compagno d’armi di Temistocle è anche detto “Bellosguardo”

-Tette

-Non riesco più ad imparare niente…tette

-Gli spartani sono pericolosi. Si, ma non fare incazzare le donne spartane

-Togliere i braccialetti pesanti prima di fare il bagno

 

300 L'Alba di un Impero recensioneTitolo: 300 L’Alba di un Impero (Rise of an Empire) USA, 2014-03-06

Regia: Noam Murro

Sceneggiatura: Zack Snyder, Kurt Johnstad, Frank Miller

Interpreti: Sullivan Stapleton, Eva Green, Lena Headey, Hans Matheson, David Wenham, Rodrigo Santoro

Distribuzione: Warner Bros

Durata: 1h 42’

Sito: www.warnerbros.it/300-Alba-Un-Impero

 Facebook: https://www.facebook.com/pages/300-Rise-of-an-Empire/367848716653354?fref=ts&rf=342538069171772

Twitter: https://twitter.com/300ITA

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=6CgmWxHNfUc

Leave a Reaction

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *