Captain America: Civil War

GIUDIZIO: Pfff…Maschi 

VOTO: 8,5/10

Diciamoci la verità, i supereroi ed i loro relativi film iniziano ad essere davvero tanti, e se da una parte ci sono appassionati e NERD che non vedono l’ora che gli universi si infoltiscano, dall’altra c’è chi inizia a non capirci più niente. Figuriamoci poi se si tratta di un “tutti contro tutti” come in questo caso. Inoltre a poche settimane l’uno dall’altro sono usciti due film incentrati sullo scontro tra due supereroi considerati “buoni”, così diventa un attimo incasinarsi tra #teambatman o #teamiromman.

Captain America Civil War recensione

Questa volta Captain America (Chris Evans) e Iron Man (Robert Downey Jr.) non riescono a lavare i panni sporchi in casa come fatto finora, e le loro divergenze sfociano in una vera e propria guerra civile, che coinvolge gran parte degli Avengers. La scintilla d’innesco è l’ennesimo incidente internazionale in cui sono coinvolti gli Avengers che, saranno pure lì per salvaguardare l’umanità, ma fanno più danni collaterali delle vignette di Charlie Hebdo. Le pressioni politiche chiedono a gran voce l’installazione di un sistema di responsabilità, presieduto da un consiglio d’amministrazione che sorvegli e diriga il team. Questa nuova dinamica divide gli Avengers in due fazioni: una è capeggiata dal bacchettone Steve Rogers, che per una volta non vuole il guinzaglio e desidera la libertà degli Avengers dalle interferenze governative, mentre l’altra è guidata da Tony Stark, che ha sorprendentemente deciso di sostenere il sistema di vigilanza istituito dal governo.

Captain America Civil War recensione

Insomma, motivi più che validi, ma tutti sanno in realtà che è solo una copertura, infatti che si parli di capacità individuali, calcio o donne, gli ometti non vedono l’ora di giocare a chi ce l’ha più lungo. Se poi ci mettiamo che Iron Man non vive un momento idilliaco con la fidanzata Pepper, e che Cap, dopo anni di sfigaggine acuta, conosce una ragazza e prima di concludere si iberna per poi svegliarsi con la sua amata anziana ed inagibile, il problema che sta alla base del nervosismo non può essere che uno: il senso di pienezzaUna certezza c’è, specialmente quando si parla di Marvel, alla casa delle idee non perdono mai la visione d’insieme e le sequenze corali di lotta sono sempre ben articolate e curate nel minimo dettaglio.

Captain America Civil War recensione

Alla regia di quello che viene considerato il terzo capitolo di Captain America (ormai sarebbe da considerare solo un tassello in più dell’universo), ritornano i Fratelli Russo (Captain America Il Soldato d’Inverno, Io, Tu e Dupree), e con loro, l’abile capacità di unire ad un cinecomic le atmosfere da thriller e spionaggioQuesta volta la tipica ironia Marvel ha leggermente messo un piede sul freno, per permettere ad un tono più cupo di rappresentare al meglio sentimenti come il senso di colpa e la crescente tensione tra i protagonisti. Comunque a strappare qualche sorriso ci pensano personaggi lo scapestrato Ant-Man (Paul Rudd – Role Models) o come Visione (Paul Bettany – A Beautiful Mind, Legion), in versione pulloverino bocconiano con ambizioni da Antonella Clerici ai fornelli. Tra le file degli schieramenti ci sono proprio tutti, dal Soldato d’Inverno (Sebastian Stan – Sopravvissuto The Martian), che con il cappellino assume le sembianze di Enrique Iglesias, fino a Scarlet “E’ Quasi Magia Johnny” Witch (Elizabeth Olsen – Godzilla, Oldboy), passando per Occhio di Falco (Jeremy Renner – The Bourne Legacy), Vedova Nera (Scarlett Johansson – Lei, Match Point), Falcon (Anthony Makie – Codice 999) e War Machine (Don Cheadle – Crash Contatto Fisico), (solo non si vedono i due Leocorni, assenti con giustificazione il manzo Thor e pisellone verde).

Captain America Civil War recensione

Ma i riflettori sono puntati tutti sulle carte vincenti di questo episodio, Spider-man e Black Panther. Già perché le new entry in costume rappresentano tutta l’astuzia e la maestria della Marvel nel selezionare ed inserire minuziosamente i nuovi tasselli, quel tanto che basta per non cadere nella monotonia e per far sì che tu, spettatore, non ne abbia mai abbastanza. L’accordo tra Sony e Marvel (roba di diritti sul personaggio) finalmente porta sul grande schermo un giovane Uomo Ragno, quello di Tom Holland, che metterà d’accordo tutti, anche se proverete una strana sensazione nell’accorgervi che per la prima volta vi fareste zia May (Marisa Tomei – The Wrestler, What Women Want).

Captain America Civil War recensione

E poi c’è Pantera Nera (MOOOOLTO CATIVO quando vuole) che vanta uno dei costumi più fighi della saga. Il cast è stato rimpolpato anche di altri nuovi personaggi, tanto perché alle cene di Natale della Marvel avremmo piacere ci fosse tutta Hollywood. Ci sono Crossbones (Frank Grillo – Warrior, The Gray), il cattivo Barone Zemo di Daniel Brühl (il Nicki Lauda di Rush) e l’Everett K. Ross di Martin Freeman (si, Bilbo Baggins de Lo Hobbit). Captain America: Civil War è sicuramente uno dei film più riusciti del genere, ed è chiaramente una pellicola di passaggio per arrivare a quella che sarà la vera impresa: dare la stessa armonia ad Infinity War in cui varrà la formula “tutti contro un supermegacattivissimofortissimo”.

Come sempre bisogna attendere la fine di tutti i titoli di coda. 

Captain America Civil War recensione

COSA HO IMPARATO (ATTENZIONE POSSIBILE SPOILER)

-Visione è Casper

-Chissà con che braccio il Soldato d’Inverno pratica onanismo, scintille

-Tranquilli, chi vuoi che vi noti con il cappellino e gli occhiali da sole in un bar

-“Non ucciderò nessuno”, si ma manco gli fai bene

-Pantera Nera c’ha il grano

-Per Cap vale la regola delle carote “prima la nonna, poi la nipote”

-“Bimbo Ragno” in realtà avrebbe dovuto essere tradotto in “Pampers”. In originale Spider-man viene chiamato con il nome di una marca di prodotti per bambini

-Mamma mi si è ingrandita la formica

-No, ma distruggilo pure un aeroporto

Captain America Civil War recensioneTitolo: Captain America Civil War USA, 2016

Regia: Russo brothers

Sceneggiatura: Christopher Markus, Stephen McFeely, Mark Millar, Joe Simon, Jack Kirby

Interpreti: Chris Evans, Robert Downey Jr., Scarlett Johansson, Sebastian Stan, Anthony Mackie, Don Cheadle, Jeremy Renner,Chadwick Boseman, Paul Bettany, Elizabeth Olsen, Paul Rudd, Emily VanCamp, Tom Holland,Daniel Brühl, Frank Grillo, Martin Freeman, Marisa Tomei, 

Distribuzione: Walt Disney

Durata: 2h 27′

Sito: http://marvel.com/captainamerica

Facebook: https://www.facebook.com/CaptainAmericaIT/?fref=ts

Twitter: https://twitter.com/CaptainAmerica

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=60rieTQs1RM

Leave a Reaction

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *