Chi è Senza Colpa

VOTO: 7/10

GIUDIZIO: Nel dubbio, il caffè non prendetelo in un bar di Brooklyn

Qualche giorno fa, mentre facevo zapping, mi sono imbattuto in Barman & Robin, forse il film più brutto tra quelli dedicati al supereroe mascherato. Il grosso del lavoro è stato fatto da quegli orrendi costumi trash con i capezzoli in rilievo. In quella pellicola è presente il personaggio di Bane, ed il pensiero non può far altro che andare alla differenza tra un omone stupido con la pelle verde palude e la maschera di Rey Mysterio, e l’incredibile villain interpretato da Tom Hardy ne Il Cavaliere Oscuro il Ritorno. Ritornano quegli stessi occhi, visti dietro ad una machera da cattivo, per Chi è Senza colpa, e torna anche per l’ultima volta James Gandolfini.

Chi è Senza Colpa recensione

Bob Saginowski (Tom Hardy – Mad Max Fury Road) è un barman di Brooklyn, dietro il bancone nel pub del cugino Marv, ex proprietario ed ora galoppino di un mafioso ceceno, che utilizza il locale come deposito per il denaro sporco. Una notte Bob trova dentro la spazzatura un cucciolo di pitbull, e poco dopo incontra Nadia, una giovane donna che vive da sola ed è disposta ad aiutarlo con il cane. I problemi iniziano quando Eric Deeds, un mezzo matto, rivendica sia il cane sia Nadia, la sua ex fidanzata da cui sembra ossessionato. Nel bar le cose non vanno meglio perchè Marv ha deciso di non dipendere più dal suo boss. Riuscirà Bob a stare fuori dai guai?

Chi è Senza Colpa recensione

Michael R. Roskam, regista di Bullhead, si infila nei bassifondi di Brooklyn per dirigere un noir che coglie bene tutte le sfumature di un mondo dove, chi ci vive, difficilmente non ha avuto a che fare con la malavita. Bob, un ottimo Tom Hardy con quella faccia da “sono un cucciolone buono, ma posso spaccarti in 4 se mi girano”, tenta di rigare dritto, ma è pronto a fare qualunque cosa in nome di ciò che ritiene giusto (sicuramente un “giusto” diverso da quello di un chirichetto). E poi è dura restare fuori dai traffici loschi. Una volta gli scambi di denaro sporco avvenivano nei cinema porno, negli stadi vuoti o sotto i cavalcavia, mentre adesso ci sono addirittura dei locali apposta, i drop bar.

Chi è Senza Colpa recensione

Sicuramente Bob ha il fascino magnetico di chi nasconde un passato da dimenticare e cerca di tenersi il suo posto nel mondo, senza avere particolari ambizioni. I cani e le donne hanno però il potere di cambiare le persone, e soprattutto permettono di tirare fuori il meglio, o il peggio se necessario. Chi è Senza Colpa è un film che mantiene costante l’attenzione dello spettatore nonostante lo svolgere lento e cupo delle vicende. C’è una costante sensazione di “calma prima della tempesta”, ma Roskam preferisce non far arrivare mai questa tempesta (assenza di azione). Una buona pellicola di genere, diretta bene e supportata da attori capaci. Un vero peccato aver perso Gandolfini.

Chi è Senza Colpa recensione

COSA HO IMPARATO (ATTENZIONE SPOILER)

-Noomi Rapace in quasi tutti i film ha cicatrici addosso

-Le case di Brooklyn si aprono come scatolette di tonno

-La notte del Superbowl la mafia fa un sacco di soldi

-Il Pitbull non è un Boxer

-Diffidate da chi ha un grosso contenitore in cantina

-Controlla che le lancette del tuo orologio funzionino prima di fare una rapina

Chi è Senza Colpa recensioneTitolo: Chi è Senza Colpa (The Drop) USA, 2014

Regia: Michael R. Roskam

Sceneggiatura: Dennis Lehane

Interpreti: Tom Hardy, Noomi Rapace, James Gandolfini, Matthias Schoenaerts, John Ortiz

Distribuzione: 20th Century Fox

Durata: 1h 46′

Sito: http://www.thedrop-movie.com/

Facebook: https://www.facebook.com/pages/Chi-%C3%A8-senza-colpa/861959813831223?fref=ts

Twitter: https://twitter.com/20thFoxItalia

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=4aSILAHnDTQ

Leave a Reaction

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *