Deadpool

VOTO: 8,5/10

GIUDIZIO: Rosso, forse sono pazza di te

Chi diavolo è Deadpool? E soprattutto, davvero dopo Lanterna Verde hanno dato a Ryan Reynolds un’altra parte da supereroe?

Per rispondere alle domande, Deadpool è un personaggio sfornato dalla Marvel, si quelli degli Avengers, con la differenza che la tutina rossa nessuno se l’è mai cagata di pezza, se non gli appassionati di fumetti. Ebbene si, e qui arriviamo al secondo quesito, se hanno dato una seconda possibilità a Ben Affleck, perché non darla a Ryan Reynolds, che comunque rimarrà sempre un passo avanti per aver interpretato Van Wilder in Maial College. Dopo decine di nuovi supereroi, quello più sboccato, politicamente scorretto e violento arriva finalmente al cinema per portare una ventata di freschezza, e rapire così tutto il pubblico grazie alla sua ironia e grazie anche ad un bollino Rated R, vietato ai minori, che lo rende molto fico.

Deadpool recensione

L’ex agente delle forze speciali Wade Wilson è diventato un mercenario, ma quando scopre di essere malato terminale, si sottopone ad un esperimento clandestino che gli dona dei poteri che accelerano la sua guarigione. Armato delle sue nuove abilità e di un oscuro e contorto senso dell’umorismo, con l’alter ego di Deadpool, dà la caccia all’uomo che ha quasi distrutto la sua vita.

Deadpool recensione

Produrre il film del quasi sconosciuto Tim Miller è stato più difficile che vestire Galeazzi, ma alla fine, il regista ha fatto un ottimo lavoro e la nuova pellicola di casa Fox è un successo.  Il merito è anche di qualche provino della pellicola, rubato e messo prematuramente sul web per stuzzicare l’hype dei fan e spingere così la casa di produzione a premere l’acceleratore sull’uscita. Ho parlato di Fox, ed è bene fare un po’ di chiarezza, perché magari penserete di entrare nello stesso mondo di Hulk ed Iron Man, invece non è del tutto così, perché è una pellicola Marvel che non è Marvel fino in fondo. Il personaggio di Deadpool infatti appartiene alla stessa casa di fumetti, ma i diritti cinematografici sono posseduti da 20th Century Fox, quindi ci troviamo nella famiglia di Wolverine, degli X-Men e anche dei mal riusciti Fantastic 4 (Non è escluso un accordo in futuro, come già successo per Spider-Man).

Deadpool recensione

Deadpool, più che un personaggio pettinato ed inquadrato come quel bigottone di Capitan America, è un antieroe sboccato che fa del bene senza farsi troppi problemi a crivellare di colpi i nemici ed infilzarli con le sue due spade, il tutto toccandosi il pacco e sputando parolacce dalla bocca. Ha fatto parlare questa cosa del Rated R, novità per una pellicola di questo genere, ma non immaginatevi che ci sia chissà quale violenza o volgarità. Se poi siete quelli che urlano allo scandalo guardando la pubblicità della Bilboa oppure si indignano ascoltando una conversazione tra liceali qualunque, questo non è il film che fa per voi.

Deadpool recensione

Non solo sangue e allusioni sessuali a volontà, Deadpool ha portato aria di novità, in un panorama che inizia a sembrare saturo. Questo grazie ad un approccio completamente diverso, sia con l’introduzione al personaggio (utilizzano i flashback per la genesi, in modo da entrare subito nel vivo, grazie a Dio), sia con la rottura della quarta parete. Quest’ultimo è l’aspetto più interessante, significa che Deadpool si rivolge direttamente al pubblico in camera e continua a fare riferimenti che spaziano dall’universo cinematografico fasullo, al mondo reale che viviamo.

Deadpool

Bravo Ryan Reynolds, nel suo fighissimo costume rosso (senza sembra la faccia di Cassano), che si riscatta dopo la deludente prova della tutina verde e soprattutto dopo la prima vera volta in cui ha vestito i panni di un proto Deadpool, orribile e nessuno se lo ricorda, in X-Men: Le Origini – Wolverine.

Nel cast anche Morena Baccarin (doppiogiochista che lavora per DC in Gotham e Flash), T.J. Miller (Cloverfield, Big Hero 6), Ed Skrein (The Transporter Legacy) e l’immancabile cameo di Stan Lee. Colonna sonora azzeccatissima.

Deadpool è un irriverente film che mancava nella categoria supereroi, è divertente (grasse risate) ed è coinvolgente grazie alle sequenze d’azione, ottimamente girate. Inoltre la durata, per una volta, non supera le due ore, così non corre il rischio di appesantire la pellicola. Come sempre fermatevi dopo i titoli di coda, e poi non vi resta che aspettare il sequel.

Deadpool recensione

COSA HO IMPARATO (ATTENZIONE SPOILER)

-Rosso perchè le macchie di sangue si confondono

-La pizza ananas è olive fa cagare, sotto

-Bestia caga nel prato dei vicini

-Comunque anche io ho fatto fatica a seguire Giorni di un Futuro Passato

-Scoparsi Megasonica a Capodanno non è cosa buona

Deadpool recensioneTitolo: Deadpool USA, 2016

Regia: Tim Miller

Sceneggiatura: Rhett Reese, Paul Wernick, Fabian Nicieza, Rob Liefeld

Interpreti: Ryan Reynolds, Morena Baccarin, T.J. Miller, Ed Skrein, Stefan Kapicic, Brianna Hildebrand

Distribuzione: 20th Century Fox

Durata: 1h 48′

Sito: http://deadpool.com/

Facebook: https://www.facebook.com/DeadpoolilFilm/?fref=ts

Twitter: https://twitter.com/deadpoolmovie

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=yAX6uis3Eqc

Leave a Reaction

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *