Guardiani della Galassia

VOTO: I Am Groot

Devo ringraziare Walt Disney Pictures Italia che mi ha dato l’opportunità di vedere Guardian Of the Galaxy in super anteprima nella saletta privata dell’azienda, un privilegio per non più di 30 persone tra le quali era presente come ospite il rapper Salmo (operazione di marketing che mi è tutt’ora non troppo chiara). Le anteprime sono sempre un’esperienza divertente, ma c’è un elemento che non le renderà mai perfette: la mancanza di pop corn e Coca.

Detto questo, mi piacerebbe possedere una macchina del tempo per tornare negli anni 80 e raccontare agli appassionati di cinema che circa 30 anni dopo avrebbero visto un film in cui uno dei protagonisti è un procione parlante armato fino ai denti. Probabilmente immaginerebbero un pupazzone indossato da un nano (come Howard il Papero) oppure una specie di topo gigante impagliato degno del miglior Splinter d’annata.

La computer grafica ha fatto passi da gigante negli ultimi anni e se viene unita ad una storia vincente e all’universo dei personaggi Marvel, il risultato è Guardiani della Galassia.

Guardiani della Galassia recensione

Rocket – Bradley Cooper

1988. Nel giorno della scomparsa di sua madre, il piccolo Peter Quill (Chris Pratt – Her, Jurassic World) viene risucchiato su un’astronave con il più classico dei raggi traenti. Lo ritroviamo 26 anni dopo, nei panni di un avventuriero fuorilegge allevato da una banda di pirati spaziali umanoidi chiamati Ravager. Star-Lord, nickname scelto da Peter (degno del miglior dj EDM), ruba oggetti di valore su commissione accompagnato da una maschera e dal suo prezioso walkman che suona sempre e solo la musicassetta “Awesome Mix Vol. 1” (la musica nell’universo non dev’essere granchè). Avete presente Marty McFly quando si presenta da suo padre con indosso la tuta anti-contaminazione, il phon ed il walkman? Ecco, quello è Peter Quill. I problemi per il protagonista iniziano quando viene in possesso di una sfera misteriosa, ambita dal feroce Ronan (Lee Pace – Lo Hobbit), pronto ad impossessarsene per distruggere il pianeta Xandar (praticamente “un essere mitologico con il corpo di uomo e la testa di c…” cit.). Per sventare questo piano Peter si troverà al fianco di 4 alleati furfanti (oibò) variopinti come i capelli di Dennis Rodman: il procione parlante OGM chiamato Rocket, la creatura dalle sembianze ad albero e dalle poche parole Groot, la bella e verde Gomora (figlia adottiva dell’onnipotente Thanos, scusa se è poco), ed infine Drax il distruttore, vendicativo e con la pelle fatta a tappezzeria.

Guardiani della Galassia recensione

Peter Quill – Chris Pratt

Guardiani della Galassia è sicuramente il progetto più ambizioso e rischioso per la Marvel/Disney poiché i personaggi sono inediti al cinema (fatta eccezione per il Collezionista interpretato da Benicio Del Toro), quasi sconosciuti se escludiamo gli amanti dei fumetti, e soprattutto la vicenda è ambientata in un universo completamente nuovo con possibilità di ampliamento infinite (non molto lontano da quello che Lucas creò con Star Wars).  Il pericolo era quello di inserire troppi elementi che tra pianeti alieni, etnie umanoidi e NON, gnocche di tutti i colori possibili, si creasse troppa confusione. Invece Marvel, regina nel comporre pazientemente il suo puzzle cinematografico, è riuscita a creare uno dei suoi film più riusciti. 

Guardiani della Galassia recensione

Peter Quill – Chris Pratt, Goot – Vin Diesel, Drax – Dave Bautista, Gamora – Zoe Saldana, Rocket – Bradley Cooper

Nessun James Cameron o Steven Spielberg, tutto il progetto, come per tradizione, è stato dato in mano ad un regista con una carriera timida alle spalle, James Gunn. Gli unici supereroi con cui aveva avuto a che fare prima d’ora erano Scooby-Doo e lo sfigato in calzamaglia protagonista di Super – Attento al Crimine. Dichiaratamente fan di Star Wars, Ritorno al Futuro, Indiana Jones e Goonies (chi non lo è) Gunn si è dimostrata la persona più giusta per mettere in piedi qualcosa di nuovo sfruttando l’elemento nostalgia. La marcia in più di Guardiani della Galassia è infatti quel tocco costante di “Whatever Happens to the 80s” (ma anche 70s) che accompagna tutta la pellicola con una colonna sonora fantastica e continui riferimenti a ciò che c’è di più caro nei ricordi di tutti i nerd cinemaniaci.

Guardiani della Galassia recensione

Gamora – Zoe Saldana, Peter Quill – Chris Pratt

Fortunatamente non è tutto in mano ad azione ed effetti speciali (#Transformers4MaiPiù), i personaggi sono costruiti bene e sono ottimamente amalgamati seppur all’apparenza sembrino un’accozzaglia degna della miglior barzelletta sull’italiano, il tedesco ed il francese in un bar.  Dulcis in fundo, oltre ad un cast stellare, i dialoghi marveliani brillanti ed ironici a cui siamo stati abituati sono più divertenti del solito, si ride molto. Non sembra lontano il giorno in cui vedremo i Guardiani della Galassia unirsi agli Jedi per cercare la lampada sperduta di Zio Paperone, ma per ora si può essere più che soddisfatti. Qualcuno però mi deve spiegare come sia possibile che Crudelia Demon faccia parte dei buoni, COME!!

Guardiani della Galassia recensione

Nebula – Karen Gillan

COSA HO IMPARATO (ATTENZIONE SPOILER)

-Le donne mi piacciono di ogni razza e colore…bianche, nere, gialle, verdi, rosse, fucsia ecc…

-Voglio ben vedere che Nebula sia incazzata, Karen Gillan si è rasata a zero per il ruolo

-Drax è risolutivo come Indiana Jones

– Peter Quill puo’ essere il figlio di: A) Odino B) Marty McFly C) Ian Solo D) George Kirk (che per la cronaca nell’ultimo Star Trek è interpretato da Chris Thor Hemsworth)

– Zoe Saldana sta tentando di interpretare almeno un personaggio per colore in carriera 

-Kevin Bacon ha vinto!


Guardiani della Galassia poster Titolo:
Guardiani della Galassia (Guardian of the Galaxy) USA 2014

 Regia: James Gunn

 Sceneggiatura: James Gunn, Nicole Perlman, Dan Abnett, Andy Lanning

 Interpreti: Chris Pratt, Vin Diesel, Bradley Cooper, Zoe Saldana, Dave Bautista, Lee Pace, Michael Rooker, Karen Gillan, Djimon Hounsou, John C. Reilly, Glenn Close, Benicio Del Toro

 Distribuzione: Walt Disney Pictures

 Durata: 2h 01′

 Sito: www.marvel.com/guardians

 Facebook: https://www.facebook.com/GuardiansOfTheGalaxyIT

 Twitter: https://twitter.com/MarvelNewsIT #WANTEDguardiani

 Trailer: http://www.youtube.com/watch?v=PYcgR4iP8r8

VAI COL POSTER

1 2 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 25 26 27

Leave a Reaction

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *