Lo Sciacallo – The Nightcrawler

VOTO: I sorrisi da pazzo mi sono sempre piaciuti

Che cos’anno in comune Matthew McConaughey, Christian Bale e Tom Hanks? Hanno tutti calcato un po’ troppo la mano con la dieta Dukan, oppure sono sopravvissuti a pane ed aria per mesi, ma l’obbiettivo era chiaro: arrivare preparati fisicamente e psicologicamente sul set per una grande prova attoriale. L’ultimo della serie è Jake Gyllenhaal e sembra proprio che il metodo “dimagrimento drastico” funzioni. Lo Sciacallo – The Nightcrawler (dopo The Equalizer, ribadisco, viva i titoli anni ’80) si appoggia interamente sulle spalle dell’attore che slinguazzò Heath Ledger ne I Segreti di Brokeback Mountain.

Lo Sciacallo recensione

Louis Bloom – Jake Gyllenhaal

Louis Bloom è un piccolo balordo di Los Angeles, sbarca il lunario rubando piccoli materiali da costruzione per poi rivenderli, ma l’obbiettivo è quello di trovare un lavoro vero, che possa appagarlo. Un giorno rimane testimone di un incidente stradale e scopre il business degli stringers, troupe televisive freelance che vendono i servizi al miglior TG offerente. Riesce a procurarsi l’attrezzatura ed inizia a battere di notte le strade di LA in cerca di notizie di cronaca. Con il tempo aumentano le sue abilità ma non il suo senso etico verso le vittime, né il suo senso del pericolo.

Lo Sciacallo recensione

Louis Bloom – Jake Gyllenhaal

E’ Dan Gilroy, sceneggiatore di The Bourne Legacy (l’unico Bourne senza Bourne), a dirigere uno dei film più interessanti presentati al festival di Roma e sicuramente uno dei thriller più belli dell’anno. Gran parte del merito è dovuto a Jake Gyllenhaal che dopo aver perso diversi chili per ottenere la faccia scavata da insonnia, ha costruito un personaggio perfetto per la parte de Lo Sciacallo. Il Louis da lui interpretato è bizzarro e a tratti inquietante, l’incarnazione più oscura del sogno americano, pronto a fare qualunque cosa, ed in maniera intelligente, per raggiugere i suoi obbiettivi. Sono convinto che ci sia un piccolo Stasi latente in ognuno di noi, ma in alcune persone questo lato oscuro della forza traspare a prima vista, Louis è una di queste. Lo sciacallo di Gyllenhaal è maniacale e preciso nei metodi, quando rincorre una notizia è più fastidioso di Gabriele Paolini (dove succede qualcosa c’è Louis, praticamente Jessica Fletcher versione giornalista). L’espressione facciale con occhi completamente spalancati e sorriso da Psycho è il marchio di fabbrica del personaggio, lo rende il candidato perfetto per essere il tipico individuo “ok questo di punto in bianco mi da un destro in faccia”. Le atmosfere sono quelle cupe di una Los Angeles notturna e deserta (simili a quei reality americani che seguono i poliziotti in servizio), ed il livello di tensione è tenuto costantemente alto perché ti rendi conto quasi da subito che con lo sciacallo può succedere qualunque cosa, è come un pescatore e nella sua rete può rimanere impigliata qualunque storia, a qualunque prezzo.

Lo Sciacallo recensione

Louis Bloom – Jake Gyllenhaal, Rick – Riz Ahmed

Insieme a Gyllenhaal troviamo nel film anche Riz Ahmed (Il Fondamentalista Riluttante) nei panni di un maltrattato assistente tirocinante e Rene Russo (Thor, Arma Letale), la MILF a capo del tg. I giornalisti non ameranno come viene rappresentato il loro mondo lavorativo: crudo, opportunista e finto. Lo stesso termine di “sciacallo” non ha un’accezione positiva, ma che ci fosse un meccanismo poco trasparente dietro il mondo dell’informazione è sempre stato sospetto (o certezza) di tutti. La riflessione è da ricercare nella domanda “esiste una linea di confine tra informazione e macabro show?”.

Lo Sciacallo – The Nightcrawler è il thriller che mancava da un po’ sullo schermo, con un protagonista surreale, tanto da ispirare simpatia e antipatia allo stesso tempo, la ricetta ottimale per l’inquietudine. Sperate di non vedere mai lo sciacallo intorno a voi.

Lo Sciacallo recensione

Louis Bloom – Jake Gyllenhaal

COSA HO IMPARATO (ATTENZIONE SPOILER)

-I lupi non ululano, ma dicono “raguuuuuuuuuuuu”

-Una Mustang rossa non passa proprio inosservata

-In America puoi cercare il proprietario di una targa su internet, ottimo se fai colpo al semaforo

-La comunicazione è la chiave numero uno del successo

-Non togliere mai il potere contrattuale a qualcuno

-Un amico è un dono che fai a te stesso

-Per vincere alla lotteria devi prima guadagnarti i soldi per comprare il biglietto

-Si può andare in bicicletta nei negozi

Lo sciacallo recensioneTitolo: Lo Sciacallo – The Nightcrawler (Nightcrawler) USA, 2014

Regia: Dan Gilroy

Sceneggiatura: Dan Gilroy

Interpreti: Jake Gyllenhaal, Rene Russo, Bill Paxton, Riz Ahmed

Distribuzione: Notorious Pictures

Durata: 1h 57′

Sito: http://nightcrawlerfilm.com/

Facebook: https://www.facebook.com/LoSciacalloNightcrawler

Twitter: https://twitter.com/notoriousitalia

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=iYxBIwRT2jU

Leave a Reaction

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *