Exodus : Dei e Re

VOTO: 7/10

GIUDIZIO: Ra Ra ah ah ah ra ma ra ma ma Ramses oo la la

Ridley Scott, si proprio lui, quello che ha diretto capolavori come Il Gladiatore, Blade Runner e Alien. E’ anche lo stesso che vive con i riflettori puntati addosso dal 2013, anno in cui è uscito The Counselor, uno scivolone che ricorderemo solamente per una sequenza in cui Cameron Diaz spalma la barbagianna sul parabrezza di una macchina. Ridley era alla ricerca della storia giusta, e sapeva che l’unica possibilità era di ritornare a scavare nei popoli con calzari e ciabattine modello Divino Otelma . Gladiatore già fatto..Robin Hood che sembra il Gladiatore già fatto…la guerra di Troia se l’è presa Brad Pitt (si si ci crediamo che te la facevi con Briseide e non con tuo cugino) e quindi? Rimane “solo” una delle storie più belle ed affascinanti che esistano al mondo. Dall’Antico Testamento nasce Exodus: Dei e Re.

Exodus Dei e Re recensione

Mosè (Christian Bale – American Psycho), salvato in fasce dalle acque del Nilo, e Ramses (Joel Edgerton – Warrior), futuro sovrano d’Egitto, sono stati allevati come fratelli dall’amato Faraone Seti, ma tra i due non corre buon sangue. Il rosicone Ramses è consapevole di non essere il preferito in famiglia e quando scopre le origini ebraiche di Mosè, su consiglio della madre decide di esiliarlo. Abbandonato in mezzo al deserto, troverà rifugio nell’amore per una donna araba e in una guida che mostrerà all’ex generale dell’esercito egiziano il suo grande destino. Un’antica profezia permetterà infatti a Mosè di fare ritorno a Menfi. Sarà lui il profeta prescelto per liberare il popolo ebraico dopo 400 anni di schiavitù.

Exodus Dei e Re recensione

Exodus esce al cinema in un momento storico in cui la religione è tra gli argomenti principali di qualunque telegiornale. I popoli lottano da sempre per quello in cui credono, ed il primo pensiero, guardando le sequenze che raccontano in parte l’Antico Testamento, è che le cose non siano cambiate poi molto rispetto all’era degli antichi egizi: nel nome di Dio vengono uccise molte persone. Scott racconta la nascita del popolo ebraico e lo fa con una pellicola in puro stile hollywodiano. Scenografie spettacolari, costumi riprodotti a regola d’arte (per quelli di Ramses hanno sicuramente rapinato un Compro Oro) feroci battaglie e  un cast stellare tra cui spiccano Sigourney Weaver, Ben Kingsley (no, non interpreta il faraone), John Turturro e Aaron Paul. E’ un blockbuster a tutti gli effetti, supportato dalla regia esperta di un grande maestro del cinema e dagli effetti speciali capaci di fare la differenza per raccontare sequenze come le 7 piaghe d’Egitto o la separazione delle acque del Mar Rosso (non aspettatevi Jim Carrey che divide la zuppa rossa).

Exodus Dei e Re recensione

Christian Bale ha la giusta faccia incazzosa per interpretare un Mosè che, toccato dalla fede, si ritrova a passare da soldato, a guida per un intero popolo in cerca della libertà (praticamente un proto-sindacalista con il favore di Dio in persona, pericolosissimo). Dobbiamo fare un appunto al doppiaggio italiano: Batman con la voce di Joker non si può sentire!! Anche Joel Edgerton è azzeccato nel ruolo di Ramses: passa con estrema scioltezza dal portare la matita sugli occhi e gingillarsi nudo con un pitone, ad uccidere gli Ittiti vestito come Lady Gaga. Ho sempre amato la promiscuità degli antichi Egizi. E’ anche comprensibile che il neo sovrano d’Egitto sia scocciato: 400 anni di successione faraonica senza problemi, e quando tocca a lui arrivano piaghe e disgrazie scagliate dal fratellastro che, per la cronaca, dopo l’esilio è anche riuscito a trovare una gnocca in un oasi nel mezzo del deserto (8 abitanti forse).

Exodus Dei e Re recensione

Exodus Dei e Re è confezionato a regola d’arte, pure troppo. Trascorse le 2 ore e 30 minuti, che non pesano va detto, la sensazione è quella che non ci sia nulla che renda il film qualcosa di più di una storia ben raccontata. Mancano le emozioni, portando lo spettatore ad assistere ad un compito eseguito molto bene dal professor Scott, ma povero di particolarità (colpa forse della sceneggiatura). Anche tra i protagonisti nessun personaggio riesce ad essere talmente carismatico da rendere il tutto epicoIl buon Ridley, che dedica la pellicola al suo fratello scomparso, non riesce mai del tutto a nascondere la sindrome da Gladiatore che si ripresenta spesso, specialmente nei discorsi d’incitamento.

Exodus Dei e Re recensione

Exodus resta comunque un film godibile nella sua spettacolarità e pieno di spunti di riflessione, ad esempio la rappresentazione di Dio: un bambino nel cui aspetto innocente si nascondono lo spirito di vendetta e la rabbia feroce (ben lontano da come viene descritto nel Nuovo Testamento, non a caso disconosciuto dal popolo ebraico). Se non credete in Dio, il film di Scott non calca troppo la mano con il surreale e lascia comunque spazio alle ipotesi scientifiche.

Buona visione e, come ha detto uno spettatore confuso in sala, “pronti a salire sull’arca di Mosè”.

Exodus Dei e Re recensione

COSA HO IMPARATO (ATTENZIONE SPOILER)

 -Quando conduci una biga sullo sterrato ti vibrano le guance

-Pitom non è il quartier generale di Serpeverde

-Israelita significa “uomo che lotta con Dio”

-Gli ebrei non hanno avuto molta fortuna… c’è anche chi dice che comandino il mondo

-Dalle false credenze si passa al fanatismo

-L’Oasi piena di f**a qualcuno me la spiega?

-Mosè fa i fanghi

-Le mogli spaccavano i maroni già all’epoca

-Nell’Antico Egitto per controllare se tua moglie è viva nella notte devi controllare il battito direttamente dalla giugulare…tranquillo che non la svegli.. no no

-Le 7 piaghe sono come i 7 nani, ne dimentichi sempre una

-Le piaghe d’Egitto sono state causate da Dio, ma quanto a scarsa igiene gli egizi non scherzano

-Se aumentate la velocità con le bighe, bisogna aumentare la distanza di sicurezza! E’ elementare cribbio!

-Secondo me il Mar Rosso si è abbassato per uno tsunami in arrivo

-Tutto chiaro… Aaron Paul forniva la MET a Mosè, così si spiegano le visioni

Exodus Dei e Re recensioneTitolo: Exodus Dei e Re (Exodus Gods and Kings) USA, 2015

Regia: Ridley Scott,

Sceneggiatura: Adam Cooper, Bill Collage, Jeffrey Caine, Steven Zaillian

Interpreti: Christian Bale, Joel Edgerton, Ben Kingsley, Sigourney Weaver, John Turturro, Aaron Paul

Distribuzione: 20th Century Fox

Durata: 2h 3o’

Sito: www.exodusilfilm.it

Facebook: https://www.facebook.com/ExodusDeieRe?fref=ts

Twitter: https://twitter.com/20thFoxItalia

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=1LTFCJbjabc

One Reaction

  1. Matteo

    Condivido il fatto che il film non lasci quasi nulla ed alla fine sia una bella storia raccontata bene ma senza mordente.
    Ho trovato anche pesanti gli sbalzi temporali così accentuati da un fotogramma all’altro.
    Sono uscito dalla sala senza niente…

Leave a Reaction

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *