Una Notte da Leoni 3

VOTO: Squadra che vince, a volte andrebbe cambiata

Ormai da qualche mese i film escono in tutte le sale il giovedì e non più il venerdì, operazione che dovrebbe risollevare gli incassi di un giorno considerato morto per il cinema in Italia. Il grande vantaggio per uno come me, affetto dalla sindrome della visione perfetta (il posto dev’essere a centro sala e al centro della fila con minimo margine d’errore), è dato dalla maggior facilità con cui si trovano i biglietti, senza dover fare le corse alla prenotazioni come se fossero iniziati i saldi. I misteri della psiche umana… potrei parlare su un palco davanti a tremila persone senza fare una piega, ma non riuscire a prendere il posto che voglio, in tempo per lo spettacolo scelto, mi crea agitazione quanto guidare dietro ad un camper in una strada dove non si può sorpassare.

Una Notte da Leoni 3 04

Alan – Zach Galifianakis, Mr. Chow – Ken Jeong

A giudicare dalla difficoltà con cui sono riuscito a trovare posto per Una Notte da Leoni 3, la tattica del cambio giorno sembra funzionare, ma con il senno di poi, forse avrei fatto meglio a non angosciarmi troppo per i biglietti.
Il regista Todd Phillips firma il suo terzo (nonché conclusivo..?) capitolo di una delle saghe comiche più indovinate degli ultimi anni. Nei primi due film, i protagonisti (Phil, Alan, Stu e Doug) sopravvivono alla massima espressione di devastazione provocata da due bachelor party ma, nell’ultimo episodio, non ingoiano nessuna pillola che mostri loro quanto è profonda la tana del Bianconiglio.

Alan – Zach Galifianakis, Stu – Ed Helms, Doug – Justin Bartha, Phil – Bradley Cooper

Quando le follie ed i disastri di Alan (Zach Galifianakis – Parto Col Folle, Candidato a Sorpresa) iniziano a diventare insostenibili, gli amici, su consiglio della madre e della sorella, si dicono pronti ad accompagnarlo in una struttura che sia in grado di placare lo Stewie Griffin che è in lui. Il viaggio viene però bruscamente interrotto dal gangster Marshall (John Goodman – I Flintstones, Monster & Co) e dal suo scagnozzo Doug “nero”. I due malviventi prendono in ostaggio, tanto per cambiare, Doug “bianco” (Justin Bartha – Il Mistero dei Templari) che si candida ufficialmente alla corona di “Uomo più sfigato della terra” insieme a Kevin “Ryan Hardy” Bacon (The Following) e Fabio “Paolo” De Luigi (La peggior settimana della mia vita).
Per salvare il loro amico, Stu (Ed Helms – The Office), Phil (Bradley Cooper – Il Lato Postivo) e Alan, dovranno trovare il “short d..k man” Mr. Chow (Ken Jeong – Community), fuggito da una prigione di Bangkok e responsabile di un furto milionario ai danni di Marshall.

Una Notte da Leoni 3 07

Marshall – John Goodman

Gli sceneggiatori si sono scervellati per trovare una storia che non fosse un re impasto delle precedenti (modello “canzoni di Ligabue”), ed il risultato è un collegamento con le vicende della prima pellicola creato grazie ad un sempreverde Fred Flintstones John Goodman che, tuttavia, non risulta incisivo come lo è stato per esempio per The Flight (Robert Zemeckis, 2013). Una Notte da Leoni 3 guadagna molte scene d’azione e atmosfere quasi thriller, ma perde il fascino dell’oblio da dopo sbornia che costringeva i protagonisti a ripercorrere a ritroso i loro passi, per scoprire quali casini avessero combinato (praticamente la storia della mia vita ogni sabato).
La domanda più importante dovrebbe essere: “si ride?”. Sì, si ride abbastanza, grazie all’annunciato one man show di Galifianakis (gli altri sono piuttosto insipidi, compreso quel figo di Bradley), peccato però, che la maggior parte delle battute fossero già state svelate nel trailer. Io lo giuro, mi impegno, ma non riesco a capire le persone in sala che urlano e si scompisciano per sequenze già passate su tutti canali nazionali per almeno un mese, guarderanno la televisione no?!

Una Notte da Leoni 3 06

Alan – Zach Galifianakis

Anche la colonna sonora è meno stimolante rispetto ai primi due capitoli, “gasa” di meno (con tutto il rispetto per i biondini, ma non si può passare da “Flo Rida – Right Round” a “Kanye West – Stronger”, e poi finire con “Mmmbop” degli Hanson. Anzi, se qualcuno avesse notizie di loro, fatemelo sapere).
Tornare a Las Vegas, dove tutto è cominciato, ha sortito un po’ lo stesso effetto deludente di Vacanze di Natale a Cortina, Todd Phillips avrebbe dovuto spingersi oltre e, proprio come i Vanzina, capire che di Vacanze di Natale ce n’è solo uno.
Mi aspettavo molto di più, complice forse il fatto che, in piena era Nolan, non è stata una grande idea promozionale usare all’interno della stessa frase le parole “epica” e “conclusione”.
La parte più divertente? Senz’altro il finale. Già… all’uscita della sala sembrava di assistere ad una sfilata di Timberland shoes, per lui, e Fornarina shoes, per lei… Neeeext.

COSA HO IMPARATO (ATTENZIONE SPOILER)

-Mai, e dico MAI, dare la cocaina ai galli

-Credo che l’incidente sull’autostrada di Final Destination 2 sia stato causato da Alan

-Una giraffa è più alta di un TIR

Una Notte da Leoni 3 10Titolo: Una Notte da Leoni 3 (Hangover Part III): USA, 2013
Regia: Todd Phillips
Interpreti: Bradley Cooper, Zach Galifianakis, Ed Helms, Justin Bartha, Ken Jeong, John Goodman, Heather Graham, Melissa McCarthy, Jeffrey Tambor
Sceneggiatura: Todd Phillips, Craig Mazin
Distribuzione: Warner Bros Pictures
Durata: 1h 40′

Sito: http://wwws.warnerbros.it/thehangover3/

Facebook: https://www.facebook.com/UnaNotteDaLeoni

Twitter:#unanottedaleoni3 https://twitter.com/WarnerBrosIta https://twitter.com/UnaNottedaLeoni

Trailer: http://www.youtube.com/watch?v=E3w6X455IiM

 

Leave a Reaction

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *