Stasera…Cinemino? Tutte le nuove uscite di questa settimana 13/03

E’ incredibile, abbiamo superato indenni Carnevale. Lara Croft di 150 chili, Winnie The Pooh cinesizzati, Joker truccati “demmerda” e soprattutto 50 mila feste con tema Eyes Wide Shut. I party in machera ispirati al classico di Kubrick sono talmente tanti che lo stesso Stanley, ogni carnevale, si rivolta nella tomba e desidera di non aver mai fatto quel film. Che poi, fosse davvero come nel thriller, tutti fighi, nudi e aperti alla filosofia del “ndo cojo cojo”. Nella realtà la maschera coprente unita ad atteggiamenti più libertini è sinonimo di bruttezza nascosta dietro il travestimento per portare a casa il punto (succede anche ad Halloween). Che Dio vi aiuti se avete bevuto troppo e vi fate circuire senza toglierle/gli la maschera.

Meno male arriva un altro giovedi, e tante altre pellicole che possono ispirare la vostra smania da “cosplayer “nelle feste comandate.

47 RONIN    VOTO IMDB: 6,6

 47 ronin

L’ultima volta Keanu Reeves era stato avvistato al Festival di Cannes grasso come un tricheco e sfatto come uno che, dopo una notte a tazzare, si presenta sulla passerella vestito come la sera prima, modello walk of shame (ogni universitario sa bene di cosa sto parlando). E’ possibile che non avesse preso bene la notizia del remake di Point Break, a lui è stato proposto solo il ruolo da boa.

Kai (Keanu Reeves) è un emarginato che decide di unirsi ad Oishi (Hiroyuki Sanada), il leader dei Samurai 47 Ronin. Insieme cercano di vendicarsi sul Signore tiranno che ha ucciso il loro maestro esiliando i suoi seguaci guerrieri. Per riportare il loro feudo nell’onore e nella gloria, i guerrieri si trovano ad affrontare dure prove. Non sarà facile sopravvivere.

I casi sono due: o hanno fatto dimagrire il capellone Keanu, o lo nascondono dentro il costume da Samurai come fanno con Steven Segal. L’ex Neo di Matrix subisce il fascino orientale, come successe a Tom Cruise per un poco credibile Ultimo Samurai. La trama è tratta da una storia realmente accaduta e la CGI ha aiutato leggende di mostri e magie a diventare realtà.

NEED FOR SPEED    VOTO IMDB: 8,0

Prossimamente al cinema

Yooooo Bitch! Sarà molto difficile allontanare l’immagine di Aaron Paul da quella del Jesse di Breaking Bad, ma è anche vero che la fortuna di Need For Speed in parte sarà dovuta al passato dell’attore. Se poi aggiungiamo una delle saghe videoludiche più amate di sempre, il “gioco” è fatto. Credo che tutto il pubblico, o almeno il 50 per cento (la parte maschile), abbia giocato almeno una volta nella vita a Need For Speed, il videogioco di corse clandestine che rispetto agli altri videogames (forse eccetto GT) ti permetteva di guidare macchine di lusso realmente esistite. Era FIFA delle macchine. Ammetto che non so come si sia evoluto nel tempo, rispetto a quando giocavo io.

Tobey Marshall (Aaron Paul) è un onesto meccanico che gestisce l’officina di famiglia, e partecipa nel week end a corse clandestine con gli amici (ooooonestissimo). La sua vita si sgretola quando viene incastrato per un crimine che non ha commesso e finisce in prigione. I due anni seguenti Tobey pensa solamente ad un modo per vendicarsi. Costi quel che costi, è deciso a distruggere i suoi nemici, tra cui c’è l’attore Dominic Cooper.

E’ chiaro dal trailer pieno di super car che Need For Speed vuole andare a colmare quello spazio di corse automobilistiche lasciato libero da Fast & Furious, ormai trasformato in un action. L’unica accortezza che avranno dovuto usare con Aaron Paul, sarà stato mettere un rialzino sul sedile dell’attore, non propriamente una pertica. Rischiava l’effetto batterista dei Gazosa, a scoparsa.

LEI    voto IMDb: 8,3

Prossimamente al cinema

Finalmente, dopo essere stato presentato al Roma Film Fest, esce uno dei film più belli di quest’anno, vincitore dell’Oscar per la miglior sceneggiatura originale. QUI trovate la recensione.

Theodore (Joaquin Phoenix – Il Gladiatore, The Master) fa il lavoro più fico dell’universo, scrive lettere per altri, anzi le detta grazie al mondo tecnologico e vagamente sci-fi in cui vive (se la mia ragazza sgamasse che non ho scritto io la lettera sarebbe meno fico). Theodore non riesce a rifarsi una vita dopo la fine della relazione con l’ex moglie Catherine (Rooney Mara – quella con la faccia da stronza), ma dopo mesi di pippe e videogames, esce sul mercato IL sistema operativo che gli cambierà la vita. OS1 è un intelligenza artificiale capace di apprendere ed interagire a livelli mai visti, ma soprattutto la voce meccanica del Tom Tom è stata sostituita da quella di Samantha (Scarlett Johansson – Match Point, The Avengers). Tra i due si creerà una relazione nuova e complessa.

Non fatevi ingannare, il film di Spike Jonze è molto di più di un uomo che si innamora del suo Iphone. La voce di Scarlett Johansson è stata sostituita da quella di Micaela Ramazzotti (speriamo bene).

MR. PEABODY & SHERMAN    voto IMDb: 7,1

 Prossimamente al cinema

La Dreamworks torna all’attacco con un cartoon che ha per protagonisti un cane ed un bambino, ovviamente quello più intelligente è sempre il cane.

Mr. Peabody, il cane più intelligente del mondo, e il suo figlio adottivo di nome Sherman, utilizzano la macchina del tempo, il Tornindietro, per lanciarsi nelle avventure più spericolate mai compiute. Quando Sherman mette in moto la macchina del tempo per far colpo sulla compagna di scuola Penny, accidentalmente provoca un buco nell’universo, scatenando il caos fra gli eventi della storia del mondo.

Difficilmente si sbaglia con i creatori di Shrek e Kung Fu Panda, anche se i personaggi di Mr Peabody & Sherman hanno meno appeal a primo impatto.

SUPERCONDRIACO    voto IMDb: 5,6

 Prossimamente al cinema

Ho sempre provato poca simpatia per i francesi, ma devo ammettere che sanno come fare le commedie, senza usare i soliti stereotipi sull’amore di cui pullulano i film italiani. Dany Boon (Giù al Nord) è uno dei massimi esponenti di questo successo, faccia da francese, ma comicità assicurata.

All’alba dei 40 anni, Romain Faubert non è ancora sposato e non ha figli. Fotografo, Romain è vittima di un’ipocondria che segna la sua vita ormai da troppo tempo, facendo di lui un nevrotico in preda alle paure. Il suo unico, vero amico è il dottor Dimitri Zvenka, suo medico curante, la cui unica colpa è stata prendere a cuore il caso di Romain, salvo poi pentirsene amaramente. Il malato immaginario, infatti, è un soggetto difficile da gestire e Dimitri farebbe qualsiasi cosa per sbarazzarsene definitivamente. Zvenka pensa, però, di aver trovato il rimedio che lo libererà definitivamente, ma senza traumi, da Romain Faubert: lo aiuterà a trovare la donna della sua vita.

Il soggetto è molto carino e Supercondriaco potrebbe essere una chicca da non perdere.

MALDAMORE    voto IMDb: /

 Prossimamente al cinema

Dopo aver elogiato la creatività delle commedie francesi e criticato l’Italia, potevamo non avere in sala il classico film italiano fotocopia?

“Maldamore” è una storia di amori incrociati, una storia di tradimenti e riconciliazioni nel tipico filone della commedia all’italiana. Traditori e traditi, però, più che cinici e votati all’infedeltà si rivelano fragili, inadeguati ad affrontare e risolvere i problemi che la vita di coppia inevitabilmente pone. La relazione extraconiugale diventa lo specchio di questa fragilità, analizzata nelle vicende di due coppie tra i trentacinque e i quarant’anni: Marco (Luca Zingaretti) e Veronica (Ambra Angiolini), Paolo (Alessio Boni) e Sandra (Luisa Ranieri). La loro vita, solo in apparenza serena, verrà sconvolta in seguito a un banale incidente…

Quello di Angelo Longoni potrebbe essere anche il film più bello del mondo, ma dopo Ex, i vari Manuale d’Amore e altri mille film con lo stesso soggetto mi chiedo solo, perchè?

Questi i 6 film degni di nota questa settimana, ricordando che in sala è possibile ancora vedere 12 ANNI SCHIAVO di Steve McQueen, SAVING MR BANKS con Tom Hanks, 300 L’ALBA DI UN IMPERO, ALLACCIATE LE CINTURE di Ozpetek, DALLAS BUYERS CLUB con McConaughey, il visionario SNOWPIERCER e il fiabesco LA BELLA E LA BESTIA.

TUTTI I FILM IN USCITA QUESTA SETTIMANA 

GONZO: THE LIFE AND WORK OF DR. HUNTER S. THOMPSON di Alex Gibney  (documentario) voto IMDb: 7,1

PROSSIMA FERMATA: FRUITVALE STATION di Ryan Coogler voto IMDb: 7,6

VERONICA MARS di Rob Thomas voto IMDb: 8,0

Leave a Reaction

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *